Mani di luna


SAMSUNGCon il passare del tempo, e a forza di stappare bottiglie, mi convinco sempre più che le certificazioni siano cosa inutile, o quasi. E questo rende tutto un po’ più difficile, o almeno abbastanza ardua la ricerca di vini non-convenzionali, dovendosi districare tra numerosissimi produttori e norme che lasciano molte libertà e danno poche garanzie.

Poi ogni tanto il caso ci si mette di mezzo e ti da una mano, e tutt’insieme riesci a trovare una cantina di ragazzi giovani che vinificano come i loro nonni, o in maniera simile.

Allora ci si accorge che non è assolutamente necessario cavalcare il mercato come attaccati alle briglie di un cavallo imbizzarrito, ma è pure possibile fare delle proprie regole per far nascere il vino che si desidera o che rispecchi una certa idea…e chissenefrega se non piace proprio a tutti! Continua…

Annunci

La luce di Salcheto

salchetoToscana terra di artisti e commercianti, e vino. Attraversando colline e paesi si ha la sensazione che ci siano più cantine ed enoteche che distributori di benzina e fontanelle.

Tra i numerosissimi produttori, prevalentemente di rosso, come da tradizione e territorio, in zona Montepulciano, ce n’è una unica al mondo.

Salcheto infatti è la prima azienda ad aver certificato la Carbon Footprint di una bottiglia di vino: un processo che controlla energia e materia direttamente ed indirettamente consumate lungo il processo e ridurre le emissioni di gas clima-alteranti connesse.

Ma iniziamo dal principio. Continua…